Rifugio di Terraegna

Bisegna (1780 m slm) - Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise

Il Rifugio di Terraegna nasce dal recupero completo di uno stazzo montano situato in una sella tra Pescasseroli e Bisegna nel Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. E’ caratterizzato da una spaziosa sala pranzo con stufa a legna, cucina e due graziose camere in grado di ospitare coppie per un soggiorno romantico o  gruppi di escursionisti che desiderano esplorare una delle più affascinanti e remote aree del Parco. Dispone di un totale di 10 posti letto, acqua calda ed energia elettrica. La scarsa presenza di segnale telefonico garantisce una completa immersione in natura. Il traffico veicolare è controllato in maniera da assicurare l’esperienza più remota possibile. E’ raggiungibile a piedi e con sci o ciaspole nel periodo invernale.

Il pianoro di Terraegna ospita la grande fauna del Parco tra cui l’orso, il cervo e l’aquila reale. Dal rifugio è possibile osservare un caldo tramonto in estate dopo una intensa giornata escursionistica o ascoltare l’ululato del lupo durante le notti invernali. L’intervento di recupero dello stabile è stato possibile grazie a un accordo tra il Comune di Bisegna e Wildlife Adventures supportato dal Rewilding Europe Capital.

Accesso al rifugio

Da Pescasseroli
Templo – Vallone Filarello
Sentiero Z1-A1 PNALM
Dislivello 450 mt
Durata 2 ore

Da Bisegna
Gole d’Appia – Terraegna
Sentiero A1 PNALM
Dislivello 500 mt
Durata 3 ore

Da Scanno
Scanno – Valico del Carapale
Sentiero A3-A1 PNALM
Dislivello 1000 m
Durata 4 ore

Il rifugio di Terraegna ai piedi della Montagna Grande

Itinerari consigliati

Il Rifugio di Terraegna, grazie alla sua posizione, offre la possibilità di scegliere tra diversi itinerari panoramici tutti accessibili e ben segnati.

Monte Argatone (Sentiero W3 PNALM) 1 ora
Valico del Carapale (Sentiero A1-A3 PNALM) 2 ore
Valico della Corte (Sentiero A1-A4 PNALM) 3 ore
Monte Marsicano (Sentiero A1-A6 PNALM) 5 ore

Specie osservabili

Negli angoli più nascosti di questo meraviglioso territorio sopravvivono antiche foreste di faggio, come nel Coppo del Morto e sul Codone, dove i patriarchi raggiungono e superano i 500 anni di vita. Le foreste vetuste del Parco, riconosciute da qualche anno patrimonio mondiale UNESCO rappresentano la massima espressione di naturalità nei nostri territori e ospitano al loro interno diverse specie animali e vegetali. Tra queste ne elenchiamo alcune inserite nella direttiva Habitat e osservabili in prossimità del rifugio.

Uno splendido esemplare di Allocco a riposo nel tiepido sole della foresta

Allocco Strix aluco (Linnaeus, 1758)
Aquila reale Aquila chrysaetos (Linnaeus, 1758)
Averla piccola Lanius collurio (Linnaeus, 1758)
Balia dal collare Ficedula albicollis (Temminck, 1815)
Barbastello Barbastella barbastellus (Schreber, 1774)
Camoscio appenninico Rupicapra pyrenaica ornata (Neumann, 1899)
Cerambice del faggio Rosalia alpina (Linnaeus, 1758)
Codirossone Monticola saxatilis (Linnaeus, 1766)
Falco pellegrino Falco peregrinus (Tunstall, 1771)
Fringuello alpino Montifringilla nivalis (Linnaeus, 1766)
Lupo appenninico Canis lupus italicus (Linnaeus, 1758)
Orso bruno marsicano Ursus arctos marsicanus (Altobello, 1921)
Nibbio bruno Milvus migrans (Boddaert, 1783)
Picchio dorsobianco Picoides leucotos lilfordii (Bechstein, 1803)
Rampichino alpestre Certhia familiaris (Linnaeus, 1758)
Vipera dell’Orsini Vipera ursinii (Bonaparte, 1835)

Vuoi saperne di più

Prenotazioni

Il rifugio è normalmente aperto nei fine settimana estivi e nel periodo di alta stagione a sostegno delle numerose iniziative organizzate da Wildlife Adventures. E’ possibile altresì richiedere l’apertura per singoli e gruppi in altre date. In ogni caso è sempre opportuno verificare l’apertura contattando in anticipo il nostro ufficio.

35

a partire da
Seguici anche su

Instagram

#rifugioterraegna

La storia dell’Appennino Centrale è legata a doppio filo a quella della pastorizia. E’ stata proprio l’azione millenaria dei pastori, più di ogni altra attività umana, a plasmare il territorio, trasformando l’ambiente naturale a proprio vantaggio. Essa ha agito perfino sulla cultura delle popolazioni, influenzandone tradizioni, lingua, arte e gastronomia. Molti di questi aspetti sono ancora oggi visibili a #Scanno, piccolo centro turistico del #parcoabruzzo, reso celebre anche dagli scatti di molti fotografi tra cui spiccano Henri Cartier-Bresson, Mario Giacomelli, Gianni Berengo Gardin e Ferdinando Scianna.

All’interno del paesino il #sentierodelcuore permette di arrivare su una balconata naturale e di osservare la caratteristica forma del suo lago. Meritano certamente una visita le tante botteghe orafe che ancora oggi propongono la lavorazione della filigrana e l’ottimo #pandellorso, un soffice impasto di mandorle, miele e squisito cioccolato. A metà Agosto con il programma “Nelle terre di confine” effettueremo un bellissimo trekking partendo da #pescasseroli e arrivando a Scanno ma con pernottamento nel confortevole #rifugioterraegna. Ci sono ancora 5 posti disponibili.

#Abruzzo #turismo #cultabruzzo #igersabruzzo #yallersabruzzo #ig_abruzzo #igitalia #igersitalia #yallersitalia #volgoabruzzo #ilikeitaly #besocialabruzzo #loves_italia #beautifuldestinations #discoverabruzzo
🇮🇹 I più piccoli sanno guardare ed amare la natura come nessun altro. A loro abbiamo dedicato molte delle nostre attività, per scoprire la natura dal vivo. Otto programmi esclusivi che toccano in maniera semplice le dinamiche e i delicati equilibri del nostro pianeta. Attività ludiche in grado di diffondere una cultura della prevenzione e capaci di orientare verso comportamenti consapevoli e corretti. Tenete sempre d’occhio le iniziative su wildlifeadventures.it
.
.
The little ones know how to look at and love nature like nobody else. We dedicated many of our activities to them, to learn about responsible lifestyles, trips and excursions to discover nature in person. Keep always an eye on our schedule on wildlifeadventures.it
.
.
#mywildlife #willdifeadventures #nature #naturelovers #parconazionaledabruzzo #spring #violet #colors #purple #naturelovers
🇮🇹 Al calar della sera la vita nei boschi non si ferma, continua anzi con maggiore intensità. Protetti dall’oscurità gufi, martore e gatti selvatici iniziano le loro quotidiane attività di caccia verso le piccole prede. Il caratteristico huu-hu-huhuuu che l’allocco emette alla sera echeggia in tutte zone alberate del #parconazionaledabruzzo. Come tutti gli strigiformi, l’allocco ha sviluppato una serie di adattamenti alla vita notturna, fra cui una vista eccezionale e un super udito garantito dalla presenza dei dischi facciali. Le piume frangiate, poi, gli consentono di volare senza produrre rumori. Sembra avvicinarsi una gran bella estate, tenete sempre d’occhio il programma su wildlifeadventures.it
.
.
🇬🇧 At nightfall, the life in the woods does not stop, actually continues with greater intensity. Protected by the darkness, owls, martens and wild cats start their daily hunting activities on small preys. The characteristic hooting sound of the tawny owl in the evening echoes in all the tree-lined areas of the #abruzzonationalpark. Like all owls, the #tawnyowl has developed a series of adaptations to the nightlife, including excellent eyesight, and very good hearing, ensured by its facial disks. The fringed feathers, finally, enable it to fly without making any sounds. Keep always an eye on our schedule on wildlifeadventures.it
.
.
Photo © Umberto Esposito - Wildlife Adventures 2013
.
.
#wildlifeadventures #mywildlife
#discoverabruzzo #welcometoabruzzo #visitabruzzo #abruzzoturismo #yourabruzzo
#hiking #escursioni #escursionismo
🇮🇹 L’imponente e selvaggia dorsale della Camosciara dopo l’ultimo temporale. Ai piedi di questo anfiteatro dolomitico, caratterizzato da alte vette e pareti ricoperte di boschi, si respira la storia del Parco Nazionale d’Abruzzo  e ci si sofferma attoniti ad ammirare il paesaggio. Il torrente Scerto, con il suo vociare, disegna nel cuore della faggeta un percorso che si alterna tra salti di roccia e piccole cascate.
.
.
.
🇬🇧A view on the Camosciara mountains after a thunderstorm. This area of Abruzzo National Park is characterized by its apperance and its dolomitic structure; then, in a few hectares it has the main elements of this protected area. This is a real symbolic place and it’s fascinating in every season of the year.
.
.
#camosciara #abruzzo #mywildlife #willdifeadventures #nature #naturelovers #parconazionaledabruzzo #spring #violet #colors #purple #naturelovers #pnalm #wildlifeadventures #mywildlife #abruzzo_in_foto #naturephotography
#Abruzzo #turismo #wildabruzzo #cultabruzzo #paesaggidabruzzo #igersabruzzo #yallersabruzzo #ig_abruzzo #igitalia #igersitalia #yallersitalia #volgoabruzzo #ilikeitaly #besocialabruzzo #loves_italia

Photo @marco_indiopix
🇮🇹 Il sentiero I1 del PNALM che sale dal piccolo borgo di Civitella Alfedena al Passo Cavuto e al Rifugio di Forca Resuni rappresenta un percorso magnifico e vario. Dopo aver camminato a pieni polmoni all’interno di un bosco di faggio si ammirano splendidi panorami verso il Lago di Barrea e il Monte Petroso.
.
.
L’area della Val di Rose si caratterizza per la presenza di una particolare concentrazione del Camoscio appenninico. Il Camoscio insieme con l’Orso bruno marsicano ed il Lupo, rappresenta la peculiarità faunistica più preziosa del Parco e dell’intero Appennino e la popolazione presente in queste aree è oggetto da tempo di una particolare attenzione da parte del servizio scientifico, volta alla sua salvaguardia.
.
.
Durante il periodo estivo pertanto il percorso può essere regolamentato e non di libero accesso. Per poter accedere è necessario partecipare alle escursioni guidate inserite a calendario in accordo con l’Ente Parco. Qui trovate le nostre date in programma sino a fine Luglio
.
.
Photo © Umberto Esposito - Wildlife Adventures 2012-2019
.
.
.
🇬🇧 A buzzard flies over a long valley in slow concentric circles. A valley with its forest, its meadows and its steep mountains. A gorgeous itinerary, among the Park’s most famous ones, crosses it: 800 metres of difference in level, from Civitella Alfedena up to the 1952m a.s.l. of the pass of Forca Resuni, which holds many stories and wonders in a sequence of moving sceneries. We are talking about Val di Rose, which takes its name from the wonderful flowerings of the rosehips, giving colour to the low altitude clearings in spring.
.
.
The Apennine Chamois, together with the Marsican brown bear and the Wolf, is the most precious fauna of the Park and all of the Apennines. The population present in the area of Val di Rose-Valle Jannanghera has been the object of particular protection by the Park Authority in order to safeguard it. Access to the area of Val di Rose and Valle Jannanghera will be allowed exclusively through the trails I1 e K6. Access to these itineraries will be allowed exclusively in groups with a guide during the summer season.
.
.
#abruzzo #camoscio #mywildlife #wildlifeadventures
🇮🇹Disciolta la neve e ritornata ai verdi smaglianti delle sue foreste di faggio e dei suoi immensi pascoli, la montagna abruzzese diventa irresistibile. Ma è durante il resto dell’anno che l’Abruzzo offre il suo lato migliore. Col ruotare delle stagioni, luci, colori e profumi offrono nuovi scenari. Un gran numero di specie vegetali e animali, un tempo presenti su tutto l’Appennino, trovano oggi in Abruzzo l’ultimo rifugio. La miracolosa conservazione degli ambienti naturali rende la montagna abruzzese un luogo davvero speciale, una sorta di grande e splendido museo permanente all’aperto di storia dell’ambiente e del paesaggio, tutto da scoprire.
.
.
🇬🇧Once the snow has melted and the dazzling greens return to the beech forests and the vast pastures, the Abruzzo mountains become irrestistible. But it’s during the rest of the year that Abruzzo shows itself from its best side. As the seasons change, lights, colours and scents offer new scenarios. A big number of animal and plant species, which were once present in the whole Apennine range, nowadays find their last shelter in Abruzzo. The miraculous conservation of natural environments makes the Abruzzo mountains a truly special place, a kind of big and gorgeous permanent open-air museum, dedicated to the history of the environment and of the landscape, there for us to discover it.
.
.
#parconazionaledabruzzo #spring #violet #colors #purple #naturelovers #pnalm #wildlifeadventures #mywildlife #abruzzo_in_foto #naturephotography
#Abruzzo #turismo #wildabruzzo #cultabruzzo #paesaggidabruzzo #igersabruzzo #yallersabruzzo #ig_abruzzo #igitalia #igersitalia #yallersitalia #volgoabruzzo #ilikeitaly #besocialabruzzo #loves_italia
Il raro #picchio dorsobianco (Dendrocopos leucotos lilfordi) è considerato una specie da boschi primordiali in quanto vive in popolamenti boschivi composti da specie decidue, invecchiati e poco influenzati dalla gestione forestale. Sono proprio queste formazioni infatti a costituire il veicolo grazie al quale questo uccello riesce a procurarsi il cibo: vermi, larve e tutte quelle forme di vita che proliferano in una corteccia oramai morente costituiscono per questa specie una preziosa e insostituibile fonte di sostentamento.
.
.
#parconazionaledabruzzo #spring #violet #colors #purple #naturelovers #pnalm #wildlifeadventures #mywildlife #abruzzo_in_foto #naturephotography #Abruzzo #turismo #wildabruzzo #cultabruzzo #paesaggidabruzzo #igersabruzzo #yallersabruzzo #ig_abruzzo #igitalia #igersitalia #yallersitalia #volgoabruzzo #ilikeitaly #besocialabruzzo #loves_italia
🇮🇹 Nei giorni sono stati rimossi 5.500 m tra cavi metallici e filo spinato in località Valle Preziosa, nel territorio di Villalago grazie al lavoro dei ragazzi di Salviamo L’Orso, Rewilding Apennines e Wildlife Adventures. Si tratta di un’attività di riqualificazione ambientale in una fondamentale area di connessione ecologica per l’orso tra la Valle del Sagittario e la Valle del Giovenco

Un ringraziamento va a EOCA European Outdoor Conservation Association e a #Patagonia per aver sponsorizzato l'iniziativa, i Comuni di Villalago e Anversa degli Abruzzi, le associazioni Wwf Abruzzo e Ambiente e/è Vita, la Riserva Naturale e Oasi WWF Gole del Sagittario e la Riserva Naturale Regionale Lago di San Domenico e Lago Pio per il supporto logistico.
.
.
🇬🇧 In the past few days with the staff of Rewilding Apennines and of Salviamo L’Orso Onlus we removed 5,500 m of metal cables and barbed wire (equal to 2,200 m of fence) in Valle Preziosa, in the territory of Villalago. A activity of environmental restoration in a fundamental area of ecological connection for bears between the Sagittario Valley and the Giovenco Valley. 
We also want to thank #EOCA and Patagonia for sponsoring this initiative, the municipalities of #Villalago and Anversa degli Abruzzi, the #WWF Abruzzo and Ambiente e/è Vita associations, the Nature Reserve and WWF Oasis Gole del Sagittario and the Regional Nature Reserve Lago di San Domenico and Lago Pio for logistical support.
.
.
#rewildingeurope #makeadifference #rewild #centralapennines #wildlifecorridors #rewildingimpact #science #abruzzo #wwfabruzzo #wwfitaly #parconazionaledabruzzo #gotourism #loves_abruzzo #vivoabruzzo #bellaitalia #abruzzo_in_foto #italian_places #exploremore #neverstopexploring #awesomeitaly #wildabruzzo #orsobruno #wwfitalia #patagoniaeurope