• Il pastore abruzzese con il vreccale, noto anche come collare antiaggressione

Storie di lupi e pastori

0
Prezzo
da€105
Prezzo
da€105
Prenotazione
Informazioni
Nome e Cognome*
Indirizzo email*
La tua richiesta*
Disponibili: 10 posti
* Si prega di selezionare tutti i campi richiesti per procedere al passaggio successivo.

Prenota

Salva tra i preferiti

Adding item to wishlist requires an account

304
2 giorni / 1 notte
Periodo : Giugno / Settembre
Età consigliata : 10+
Max partecipanti : 10

La via lattea brilla sopra di noi, le lucciole ci vengono incontro danzando, i lupi ululano a pochi passi da qui. Attraversando una foresta magica osserveremo pianori frequentati dal lupo sino al tramonto. E un intreccio di storie ci terrà compagnia per cena, in rifugio e intorno al fuoco.

Dettagli

Difficoltà

(E) Escursionistica L’escursione non presenta difficoltà tecniche, si svolge su sentieri di montagna in buona parte boscate con salite e discese di media pendenza. E’ necessario un piccolo impegno fisico e spirito di adattamento durante la fase di osservazione. 

Dislivello

400 m in salita e discesa al giorno

Lunghezza

7-10 km circa al giorno

Era una musica selvaggia e indomita, echeggiava tra le colline e riempiva le valli. Provai uno strano brivido lungo la schiena. Non era una sensazione di paura, capite, ma una specie di fremito, come se avessi dei peli sul dorso e qualcuno li stesse accarezzando.

Alda Orton
Quota di partecipazione

Cosa è incluso

  • Guida e organizzazione
  • Utilizzo di torce, binocoli e fieldscope Nikon
  • Sistemazione in rifugio

Cosa è escluso

  • Trasporti e trasferimenti
  • Sacco a pelo o sacco lenzuolo
  • Extra e spese personali
Itinerario

Day 1Il lupo in Abruzzo, quanti sono e come li abbiamo contati

Appuntamento a Pescasseroli alle ore 15. Incontro con la guida presso la nostra sede di Largo Molinari e breve spostamento in auto sino al punto di partenza del sentiero. Attraverseremo una foresta caratterizzata da splendidi faggi, ricchi di muschi e licheni e un vallone selvaggio dove si respira il contatto con la fauna selvatica. La nostra posizione ci permetterà di osservare dall’alto un pianoro caratterizzato dalla presenza dei lupi e attenderemo li il loro passaggio. L’arrivo in rifugio è in serata, con la magia del cielo stellato e le lucciole ad aprirci la strada. Cena con prodotti locali e pernottamento.

Day 2Vivere da lupi nel mondo degli uomini

Dopo una ricca prima colazione partenza per un escursione in quota attraversando i pianori che per secoli sono stati frequentati dai pastori transumanti. La visuale è sempre panoramica e in condizioni ottimali di visibilità sarà possibile scorgere il Gran Sasso d’Italia, il Velino e la Majella. Il percorso sarà scandito dai racconti di una storia millenaria coniugando saggezza, sacrificio e dura realtà di sopravvivenza. Lungo l’itinerario non è impossibile l’incontro con la grande fauna del Parco. Pranzo al sacco e rientro a Pescasseroli nel pomeriggio.

Punti di forza
  • La reale possibilità di incontrare o ascoltare i lupi
  • La cena in rifugio accanto al camino e con atmosfera rilassante
  • Il cielo stellato alle spalle del Monte Marsicano in una zona dove l’inquinamento luminoso è praticamente assente
  • I racconti e le storie dei pastori abruzzesi che per secoli hanno abitato queste montagne
Sistemazione

Il Rifugio di Terraegna nasce dal recupero completo di uno stazzo montano situato su una sella tra Pescasseroli e Bisegna a quota 1780 m slm. E’ caratterizzato da una spaziosa sala pranzo con stufa a legna, cucina e due graziose camere in grado di ospitare coppie per un soggiorno romantico o piccoli gruppi di escursionisti che desiderano esplorare una delle più remote aree del Parco.

Cosa portare

Le escursioni prevedono una buona attività fisica è quindi consigliabile vestirsi a strati per avere la possibilità di potersi alleggerire durante la giornata. E’ necessario avere una giacca impermeabile, pantaloni lunghi e scarponcini da trekking, meglio se impermeabili. Occhiali da sole, guanti e berretto di lana, indumenti caldi e antivento, una t-shirt di ricambio. Spray repellente per gli insetti e creme solari soltanto se inodori.

Come arrivare

Pescasseroli è il centro principale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, la più antica area protetta d’Italia, da quasi un secolo a garanzia della vita in armonia con la natura. E’ facilmente raggiungibile in auto attraverso tre punti di accesso. DA ROMA (A24 Roma-L’Aquila) In auto da Roma si percorre l’autostrada A24 fino al casello di Pescina. Si prosegue sulla SR83 o sulla SP17 sino a Pescasseroli. DA PESCARA (A25 Roma-Pescara) In auto da Roma si percorre l’autostrada A25 fino al casello di Pescina. Si prosegue sulla SR83 o sulla SP17 sino a Pescasseroli. DA NAPOLI (A1 Napoli-Roma) In auto da Napoli si percorre l’A1 fino al casello di Caianello. Si imbocca la SS85 per Venafro e si prosegue sulla SR83 sino a Pescasseroli

E’ possibile arrivare anche in autobus con collegamenti giornalieri da Castel di Sangro e da Avezzano. Consulta gli orari su www.tuabruzzo.it I collegamenti in treno sono soltanto sino alla stazione di Avezzano. Per chi proviene da Roma è anche possibile consultare gli orari della compagnia Prontobus che effettua collegamenti dagli aeroporti di Roma e Ciampino verso l’Abruzzo.

 

Immagini