Linee guida per la mitigazione del rischio durante le escursioni - Wildlife Adventures

Linee guida per la mitigazione del rischio durante le escursioni

Che decidiate di trascorrere nella nostra regione una giornata o un’intera settimana, troverete nei boschi e nelle valli del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise il luogo ideale per riscoprire i ritmi della natura, la misura del tempo e il silenzio. E’ stato un periodo surreale, ma non ci siamo mai fermati, abbiamo ascoltato, osservato, studiato e progettato con la passione per l’accoglienza che ci contraddistingue da oltre 10 anni.

Con le ordinanze 62 del 20 Maggio 2020 e 65 del 22 Maggio 2020 del Presidente della Giunta Regionale, siamo nuovamente operativi con tutte le attività.

Adotteremo diverse misure di sicurezza per garantire esperienze all’insegna della natura e della serenità creando tutti i presupposti per una vacanza estiva e per momenti che abbiano il sapore di normalità.

La ripresa dell’attività fisica in montagna per i clienti con patologie croniche e fattori di rischio cardiovascolare, dovrà avvenire in modo graduale e sarà fondamentale evitare attività occasionali intense.

Screening preventivo
Il cliente deve essere in condizioni fisiche compatibili con lo sforzo richiesto per l’attività.
Il cliente non deve aver avuto sintomi tipici del Covid-19 nei 15 giorni precedenti l’attività.
Il cliente non deve in maniera consapevole, aver avuto contatti persone positive al Covid-19.
Il cliente deve avere con sé mascherina chirurgica o protettiva, guanti, gel o spray igienizzante.

Comportamento durante i momenti di incontro
Mantieni una distanza interpersonale di 2 metri.
Indossa la mascherina quando la distanza si riduce al di sotto dei 2 metri.
Disinfettare tutti i materiali personali utilizzati prima e dopo l’attività.

Comportamento durante l’attività escursionistica
Mantieni lo sforzo cardiaco entro la soglia aerobica.
Mantieni una distanza interpersonale di 4-5 metri fino a quando possibile.
Evita di scambiare e condividere cibi e bevande.
Evita di toccare la bocca e gli occhi con le mani.
Lava le mani o disinfettale ad inizio e fine attività, dopo ogni contatto stretto, prima di mangiare e bere, prima e dopo la toilette.
Se devi starnutire o tossire è raccomandato l’utilizzo di un fazzoletto o della piega del gomito.

Responsabilità, autoregolamentazione e prudenza devono ispirare, ancora di più nell’attuale situazione, ogni frequentatore della montagna. Alle indicazioni fornite per le attività giornaliere seguono semplici raccomandazioni per la corretta frequentazione dei rifugi di montagna.

La prenotazione per il pernottamento in rifugio è obbligatoria.
Attendi all’esterno del rifugio le indicazioni del gestore.
Consuma, meteo permettendo, bevande, caffè, torte e pasti veloci all’esterno del rifugio.
Lascia il tuo zaino e la tua attrezzatura tecnica dove appositamente predisposto dal gestore.
Assicurati di avere con te mascherina, guanti e igienizzante a base alcolica; utilizzali quando entri nel rifugio e comunque sempre quando non puoi rispettare la distanza di sicurezza.
Porta con te il tuo sacco lenzuolo o il tuo sacco a pelo per pernottare al rifugio.
Lavati spesso le mani ed utilizza soltanto il tuo asciugamano personale.
Ricorda che il gestore può sottoporti al controllo della temperatura e che, se superiore a 37,5°c, può vietarti l’ingresso in struttura.
Riporta i tuoi dispositivi individuali di protezione usati ed i tuoi rifiuti a valle.

Le indicazioni contenute nella presente linea guida recepiscono le raccomandazioni del documento congiunto da parte del Collegio Nazionale delle Guide Alpine Italiane e della Società Italiana di Medicina di Montagna.

Vista l’incertezza della situazione generale e i cambiamenti introdotti dai decreti ministeriali queste misure verranno aggiornate continuamente!