• Lo splendido torrente Fondillo

La Val Fondillo, i racconti di una valle speciale

0
Prezzo
da€10
Prezzo
da€10
Prenotazione
Informazioni
Nome e Cognome*
Indirizzo email*
La tua richiesta*
Disponibili: 15 posti
* Si prega di selezionare tutti i campi richiesti per procedere al passaggio successivo.

Prenota

Salva tra i preferiti

Adding item to wishlist requires an account

266
4 ore
Periodo : Maggio / Settembre
Età consigliata : 6+
Max partecipanti : 15

Di una bellezza particolare la Val Fondillo è una delle più conosciute del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e si può visitare e percorrere in ogni stagione. Nelle pozze limpide e freddissime delle sorgenti vivono molte specie ritenute importanti “bioindicatori”. Durante l’escursione guidata verrà proposto un laboratorio ludico-didattico dedicato a grandi e piccoli sul ciclo naturale delle acque e sull’ecologia dei piccoli fiumi di montagna.

Dettagli

Divulghiamo in maniera semplice le dinamiche e i delicati equilibri dell’ecosistema e orientiamo i ragazzi verso comportamenti consapevoli e corretti.

Difficoltà

(T) Turistico L’escursione non presenta difficoltà tecniche, si svolge su sentieri di montagna in buona parte boscate con salite e discese di bassa pendenza. Il percorso è adatto anche a famiglie con bimbi piccoli.

Dislivello

150 m in salita e discesa

Lunghezza

5 km circa a/r

Quota di partecipazione

Cosa è incluso

  • Guida e organizzazione

Cosa è escluso

  • Trasporti e trasferimenti
  • Extra e spese personali
Itinerario

Day 1Val Fondillo, i racconti di una valle speciale

Appuntamento a Pescasseroli alle ore 9. Incontro con la guida presso la nostra sede di Largo Molinari. Breve spostamento in auto sino al punto di attacco del sentiero. Una facile passeggiata ci condurrà a ridosso del torrente Fondillo e delle sue sorgenti. La nostra escursione sarà dedicata a famiglie e bambini e attraverso piccole attività sensoriali scopriremo colori, profumi e sapori della natura. Con un po’ di fortuna proveremo a scorgere il passaggio degli animali selvatici. Il rientro è per ora di pranzo a fondovalle.

Punti di forza
  • Panorami e colori suggestivi al margine della foresta
  • Un laboratorio in natura e racconti per i più piccoli
  • Il contatto con l’ambiente circostante attraverso i cinque sensi
  • La possibilità di bere acqua pura di sorgente
Cosa portare

E’ consigliabile vestirsi a strati per avere la possibilità di potersi alleggerire durante la giornata. E’ necessario avere una giacca impermeabile, pantaloni lunghi e scarponcini da trekking leggero. Uno zainetto con snack e acqua per la mattinata.

Come arrivare

Pescasseroli è il centro principale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, la più antica area protetta d’Italia, da quasi un secolo a garanzia della vita in armonia con la natura. E’ facilmente raggiungibile in auto attraverso tre punti di accesso. DA ROMA (A24 Roma-L’Aquila) In auto da Roma si percorre l’autostrada A24 fino al casello di Pescina. Si prosegue sulla SR83 o sulla SP17 sino a Pescasseroli. DA PESCARA (A25 Roma-Pescara) In auto da Roma si percorre l’autostrada A25 fino al casello di Pescina. Si prosegue sulla SR83 o sulla SP17 sino a Pescasseroli. DA NAPOLI (A1 Napoli-Roma) In auto da Napoli si percorre l’A1 fino al casello di Caianello. Si imbocca la SS85 per Venafro e si prosegue sulla SR83 sino a Pescasseroli

E’ possibile arrivare anche in autobus con collegamenti giornalieri da Castel di Sangro e da Avezzano. Consulta gli orari su www.tuabruzzo.it I collegamenti in treno sono soltanto sino alla stazione di Avezzano. Per chi proviene da Roma è anche possibile consultare gli orari della compagnia Prontobus che effettua collegamenti dagli aeroporti di Roma e Ciampino verso l’Abruzzo.

Immagini