Ciaspolata al rifugio di Terraegna

Da EUR 35

Una piacevole escursione ci condurrà su una terrazza panoramica da cui è possibile osservare le principali vette dell'Appennino centrale e di ammirare i lembi di foresta vetusta del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. La discesa verso il Rifugio di Terraegna ci offre una pausa rilassante e la possibilità di pranzare immersi nelle grandi praterie utilizzate da cervi, volpi e lupi.

PROSSIMI APPUNTAMENTI
Tutte le Domeniche di Gennaio, Febbraio e Marzo

Da EUR 35

Prenota

Il Rifugio di Terraegna nasce dal recupero completo di uno stazzo montano situato su una sella tra Pescasseroli e Bisegna. E’ caratterizzato da una spaziosa sala pranzo con stufa a legna, cucina e due graziose camere in grado di ospitare coppie per un soggiorno romantico o piccoli gruppi di escursionisti che desiderano esplorare una delle più remote aree del Parco.

SCHEDA TECNICA

PARTENZA Ore 9 RIENTRO Ore 16
DIFFICOLTA' Escursionistica (E) L'escursione si svolge interamente su sentiero di montagna con salite e discese di media pendenza.
DISLIVELLO 370 mt in salita e in discesa
LUNGHEZZA 10 km circa​​ a/r 

PROGRAMMA

Appuntamento a Pescasseroli alle ore 9. Incontro con la guida presso la nostra sede di Largo Molinari e spostamento in auto sino al borgo di Bisegna. Nelle caratteristiche stradine del centro storico è possibile leggere la storia e le tradizioni del passato. Attraversando le Gole d’Appia, giungeremo in una magnifica valle caratterizzata da antiche foreste e dominata dalla dorsale della Montagna Grande. Arrivati al Rifugio di Terraegna avremo la possibilità di degustare prodotti locali e i dolci della tradizione abruzzese.


QUOTA INDIVIDUALE

€ 35,00 per persona
€ 25,00 per i ragazzi dai 9 ai 14 anni

COMPRENDE
Guida e organizzazione
Pranzo in rifugio, con prodotti locali e biologici
Noleggio ciaspole e bastoncini

NON COMPRENDE
Eventuali brevi spostamenti in auto
Extra e spese personali


COSA PORTARE

E' consigliabile vestirsi a strati per avere la possibilità di potersi alleggerire durante la salita. E’ necessario avere una giacca impermeabile, pantaloni lunghi e scarponcini da trekking, indumenti caldi e antivento, guanti, berretto di lana. 

PRENOTAZIONI

E' possibile inoltrare la prenotazione direttamente online compilando il modulo di iscrizione e inviando l'acconto richiesto a garanzia della prenotazione. Il saldo potrà essere effettuato direttamente sul posto a conclusione delle attività. Per chi non è in possesso di una carta di credito è possibile richiedere l'iscrizione via mail all'indirizzo info@wildlifeadventures.it e anticipare l'importo dell'acconto tramite bonifico bancario. 

COME ARRIVARE

Pescasseroli è il centro principale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, la più antica area protetta d’Italia, da quasi un secolo a garanzia della vita in armonia con la natura. E’ facilmente raggiungibile in auto attraverso tre punti di accesso. DA ROMA (A24 Roma-L’Aquila) In auto da Roma si percorre l’autostrada A24 fino al casello di Pescina. Si prosegue sulla SR83 o sulla SP17 sino a Pescasseroli. DA PESCARA (A25 Roma-Pescara) In auto da Roma si percorre l’autostrada A25 fino al casello di Pescina. Si prosegue sulla SR83 o sulla SP17 sino a Pescasseroli. DA NAPOLI (A1 Napoli-Roma) In auto da Napoli si percorre l’A1 fino al casello di Caianello. Si imbocca la SS85 per Venafro e si prosegue sulla SR83 sino a Pescasseroli

E’ possibile arrivare anche in autobus con collegamenti giornalieri da Castel di Sangro e da Avezzano. Consulta gli orari su www.tuabruzzo.it I collegamenti in treno sono soltanto sino alla stazione di Avezzano. Per chi proviene da Roma è anche possibile consultare gli orari della compagnia Prontobus che effettua collegamenti dagli aeroporti di Roma e Ciampino verso l’Abruzzo.

In evidenza

  • Il paesaggio caratterizzato ampi pascoli di quota e montagne innevate
  • La pausa di metà mattino su una terrazza naturale suggestiva
  • Il pranzo in rifugio accanto al camino e con atmosfera rilassante
  • I racconti e le storie dei pastori abruzzesi che per secoli hanno abitato queste montagne

Itinerario

  1. Pescasseroli