A piedi tra le nuvole

Molte delle vette del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise per la loro conformazione non superano i 2000 metri di altitudine. Tra queste però ce ne sono alcune che permettono di spaziare con lo sguardo ad ampio raggio e di regalare forti emozioni.

IN PROGRAMMA

Giovedì 1 Novembre 2018 – Domenica 4 Novembre 2018
Venerdì 2 Novembre 2018 – Domenica 4 Novembre 2018

Durante questi tre giorni avremo modo di percorrere alcuni itinerari di cresta che attraversano il versante abruzzese del Parco e di perderci tra profili aspri e valli incise alternate a pendii più dolci. Le distese dei boschi, le ampie vallate, i torrenti ci permetteranno di cogliere l’essenza e la bellezza della natura. 

SCHEDA TECNICA

DIFFICOLTA' Escursionistica (E) Le escursioni non presentano difficoltà tecniche, si svolgono su sentieri di montagna in buona parte boscate con salite e discese di media pendenza. E' necessario un piccolo impegno fisico e spirito di adattamento per le diverse ore di cammino previste nelle tre giornate. 

DISLIVELLO 400-700 mt in salita e in discesa al giorno

LUNGHEZZA 8-12 km al giorno

PROGRAMMA

GIORNO 1

Arrivo libero a Pescasseroli e presentazione della guida e del programma. Alle 16 breve trasferimento in minibus e con zaino leggero. Partenza per una prima facile escursione sino al tramonto che ci condurrà presso il Rifugio di Terraegna. Serata accanto al fuoco, cena e pernottamento.

GIORNO 2

Una ricca colazione ci darà la carica per affrontare al meglio la giornata. In breve tempo raggiungeremo il Valico dell’Argatone e il La Terratta. Una lunga camminata di cresta ci permetterà di raggiungere le splendide Ciminiere di Scanno e il Valico del Carapale. Come il volo dell’Aquila avremo modo di osservare tutta la valle e le principali vette dell’Appenino Centrale e, con un po’ di fortuna la più isolata popolazione di camosci del Parco. Pranzo al sacco e nel pomeriggio arrivo a Passo Godi. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

GIORNO 3

Itinerario insolito che, allontanandosi dai percorsi classici, permette di attraversare l’intera dorsale del Monte Godi e della Montagnola. Il panorama spazia su tutto il territorio del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise e permette una visuale unica sullo storico nucleo storico della Camosciara, antica riserva reale di caccia. Nel pomeriggio arrivo a Villetta Barrea, sistemazione in B&B e aperitivo presso la Vineria Vallis Regia. Cena e pernottamento.

GIORNO 4

Attraversando un bosco misto si giunge sulle terrazze che permettono di osservare il Lago di Barrea e la Serra di Rocca Chiarano. Il cammino prosegue all'interno della foresta sino a quota 1700 dove l'anfiteatro della Val di Rose si apre con tutta la sua bellezza. Arrivati al Rifugio di Forca Resuni ci si sofferma per il pranzo (il rifugio è adibito al solo Servizio Sorveglianza per il personale del Parco) e si chiude un magnifico anello attraverso la discesa nella Valle Jannanghera. Nel pomeriggio arrivo a Civitella Alfedena, cioccolato caldo e partenza dei partecipanti.


QUOTA INDIVIDUALE

Giovedì - Domenica (3 notti) € 270,00 per persona
Venerdì - Domenica (2 notti) € 190,00 per persona

COMPRENDE

Guida e organizzazione
Sistemazione in mezza pensione in rifugio e in albergo
Trasferimento del bagaglio

NON COMPRENDE

Pranzi al sacco/snack per le escursioni
Eventuali brevi spostamenti in auto
Extra e spese personali


 

COSA PORTARE

Le escursioni prevedono una buona attività fisica è quindi consigliabile vestirsi a strati per avere la possibilità di potersi alleggerire durante la giornata. E’ necessario avere una giacca impermeabile, pile o maglione pesante, pantaloni invernali o pantaloni estivi con sotto calzamaglia e sopra gli antivento, calze calde e scarponcini da trekking, meglio se impermeabili. Guanti e berretto più che consigliati. Si viaggia con zaino leggero e cambio al seguito ma con la possibilità di trasferimento dei bagagli per i giorni successivi.

PRENOTAZIONI

E' possibile inoltrare la prenotazione direttamente online compilando il modulo di iscrizione e inviando l'acconto richiesto a garanzia della prenotazione. Il saldo potrà essere effettuato direttamente sul posto a conclusione delle attività. Per chi non è in possesso di una carta di credito è possibile richiedere l'iscrizione via mail all'indirizzo info@wildlifeadventures.it e anticipare l'importo dell'acconto tramite bonifico bancario. 

COME ARRIVARE

Pescasseroli è il centro principale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, la più antica area protetta d’Italia, da quasi un secolo a garanzia della vita in armonia con la natura. E’ facilmente raggiungibile in auto attraverso tre punti di accesso. DA ROMA (A24 Roma-L’Aquila) In auto da Roma si percorre l’autostrada A24 fino al casello di Pescina. Si prosegue sulla SR83 o sulla SP17 sino a Pescasseroli. DA PESCARA (A25 Roma-Pescara) In auto da Roma si percorre l’autostrada A25 fino al casello di Pescina. Si prosegue sulla SR83 o sulla SP17 sino a Pescasseroli. DA NAPOLI (A1 Napoli-Roma) In auto da Napoli si percorre l’A1 fino al casello di Caianello. Si imbocca la SS85 per Venafro e si prosegue sulla SR83 sino a Pescasseroli

E’ possibile arrivare anche in autobus con collegamenti giornalieri da Castel di Sangro e da Avezzano. Consulta gli orari su www.tuabruzzo.it I collegamenti in treno sono soltanto sino alla stazione di Avezzano. Per chi proviene da Roma è anche possibile consultare gli orari della compagnia Prontobus che effettua collegamenti dagli aeroporti di Roma e Ciampino verso l’Abruzzo.

In evidenza

  • La reale possibilità di osservare cervi, lupi e camosci nel loro ambiente naturale
  • La sistemazione in rifugio e B&B a conduzione familiare in ambiente caldo e rilassante
  • Una passeggiata serale per osservare il cielo stellato ai margini della foresta
  • Degustazioni in piccole aziende artigianali
  • La riscoperta delle tradizioni nei piccoli borghi della valle

Itinerario

  1. Pescasseroli
  2. Rifugio Terraegna
  3. Passo Godi
  4. Montagnola
  5. Rifugio Forca Resuni
  6. Civitella Alfedena