Pasqua da lupi, sulle Mainarde

Da EUR 190

La luna piena ci guida verso luoghi magici nel settore meno conosciuto del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise. Il panorama dei monti delle Mainarde rimane unico per le proprie caratteristiche naturali, per la visione di cime luminose e per il silenzio e la solitudine ineguagliabili della valle. Luoghi che ospitano una presenza straordinaria di camosci, cervi, lupi e aquile reali spesso privi di qualsiasi segno dello sviluppo frenetico. Paesaggi unici e vari si aprono sul nostro cammino.

IN PROGRAMMA

Sabato 20 Aprile 2019 – Lunedì 22 Aprile 2019

Da EUR 190

+0 Opzioni aggiuntive

Prenota

Viaggio alla scoperta delle Mainarde tra Abruzzo e Molise

PROGRAMMA

GIORNO 1

Arrivo libero a Pizzone, nel pomeriggio sistemazione dei partecipanti in albergo e presentazione della guida. In serata breve escursione dedicata ai segni di presenza degli animali selvatici. Attenderemo la luce della luna per poter percepire i suoni del bosco e con un po’ di fortuna ascoltare l’ululato del Lupo. Rientro in albergo, cena accanto al fuoco e pernottamento.

 

GIORNO 2

Dopo una ricca prima colazione partenza dal Pianoro Le Forme per raggiungere il Passo dei Monaci. L’itinerario permette di avvistare con certezza cervi e camosci ma offre splendide opportunità legate alla presenza del Lupo appenninico e dell’Orso marsicano. Per chi lo vorrà, sarà possibile raggiungere la vetta del Monte Meta. Da qui lo sguardo spazia sui tre versanti del Parco ed oltre, verso il Gran Sasso d’Italia, il massiccio della Maiella e, in condizioni ottimali di visibilità, verso Capri ed Ischia. Nel pomeriggio rientro a valle e cioccolato caldo. In serata cena e pernottamento.

 

GIORNO 3

La Valle di Mezzo nel periodo invernale è popolata da numerosi animali spinti a valle, alla ricerca di cibo, a causa dalla neve che ricopre le alte vette delle Mainarde. Attraverseremo in discesa un bosco caratterizzato da faggi e querce sino a raggiungere il centro abitato di Pizzone. Pranzo in agriturismo con prodotti locali. Nel pomeriggio trasferimento a Castel San Vincenzo. Un autentico tesoro d’arte, noto agli specialisti di mezzo mondo, è custodito nella millenaria abbazia di S. Vincenzo al Volturno. In serata partenza dei partecipanti.

 


QUOTA INDIVIDUALE

COMPRENDE

Guida e organizzazione
Sistemazione in mezza pensione in albergo a conduzione familiare

 

NON COMPRENDE

Pranzi al sacco/snack per le escursioni
Eventuali brevi spostamenti in auto
Extra e spese personali


 

COSA PORTARE

Le escursioni prevedono una buona attività fisica è quindi consigliabile vestirsi a strati per avere la possibilità di potersi alleggerire durante la giornata. E’ necessario avere una giacca impermeabile, pile o maglione pesante, pantaloni invernali o pantaloni estivi con sotto calzamaglia e sopra gli antivento, calze calde e scarponcini da trekking, meglio se impermeabili. Uno zaino capiente per ricambio, attrezzatura personale e pranzo al sacco. Occhiali da sole, crema solare, guanti e berretto, indumenti caldi e antivento come cambio. Le ghette sono consigliate, ma non indispensabili.

COME ARRIVARE

Pizzone (IS) è uno dei centri del versante molisano del Parco. E’ facilmente raggiungibile in auto da Roma e da Napoli seguendo la SS158 sino all’uscita Alfedena/Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise. Da li facili indicazioni per il centro abitato. Da Pescara attraverso la A25 Pescara-Roma sino all’uscita di Pratola Peligna. Si prosegue sulla SS17 in direzione Castel di Sangro e sino all’uscita Alfedena/Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise. Da li facili indicazioni per il centro abitato.

E’ possibile arrivare in autobus a Pizzone con i collegamenti delle autolinee CASNA. Info e orari su www.casna.it

In evidenza

  • La reale possibilità di incontrare o ascoltare i lupi in natura
  • La luce della luna che illumina le cime delle Mainarde molisane
  • La zuppa di ceci e baccalà, tipico piatto molisano, accompagnata da un corposo Montepulciano d’Abruzzo
  • Il pranzo in agriturismo accanto al camino e con atmosfera rilassante

Itinerario

  1. Pizzone