Monte Amaro

Book Now! Inquire Booking

From EUR 15

Orsi e lupi non sono le uniche meraviglie che caratterizzano la fauna del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise. C’è un’altra creatura meravigliosa considerata una delle entità faunistiche più rare in Italia. Si tratta del Camoscio appenninico, "relitto glaciale" sopravvissuto quasi miracolosamente all’estinzione.

PROSSIMI APPUNTAMENTI
Domenica 9 Dicembre 2018
Venerdì 28 Dicembre 2018

From EUR 15

Book Now! Inquire Booking

All’inizio del ‘900 nell’area che poi sarebbe diventata il futuro Parco Nazionale d’Abruzzo sopravvivevano poco più di 30 esemplari, un numero troppo esiguo per garantire la sopravvivenza della specie. A distanza di un secolo possiamo raccontare una delle pagine più belle nella storia della conservazione della natura italiana. Oggi i crinali del Monte Amaro di Opi, del Monte Meta e del Monte Marsicano offrono la possibilità di godere panorami mozzafiato, osservare in natura il Camoscio appenninico, le evoluzioni dell'Aquila reale e rappresentano una tappa d’obbligo per gli appassionati di natura e fotografia in visita al Parco.

SCHEDA TECNICA

PARTENZA Ore 8 - RIENTRO Ore 15
DIFFICOLTA' Escursionistica (EE) L'escursione si svolge interamente su sentiero di montagna con salite e discese di media e alta pendenza.
DISLIVELLO 700 mt in salita e in discesa
LUNGHEZZA 6 km circa​​ a/r 

PROGRAMMA

Appuntamento a Pescasseroli alle ore 9 presso la nostra sede di Largo Molinari e breve spostamento in auto. Dopo aver percorso una comoda sterrata si attraversa il fiume e ci si inoltra in salita tra le foreste di faggio. L'itinerario conduce sui pianori d’alta quota una volta frequentati dai pastori. I costoni rocciosi che caratterizzano i rilievi rappresentano l’habitat tipico del Camoscio appenninico che in questo settore del Parco si riesce a osservare con facilità. Pranzo al sacco in quota e rientro a valle nel primo pomeriggio.


QUOTA INDIVIDUALE

€ 15,00 per persona
€ 10,00 per i ragazzi dai 9 ai 14 anni

COMPRENDE
Guida e organizzazione

NON COMPRENDE
Eventuali brevi spostamenti in auto
Extra e spese personali


COSA PORTARE

E' consigliabile vestirsi a strati per avere la possibilità di potersi alleggerire durante la giornata. E’ necessario avere una giacca impermeabile, pantaloni lunghi e scarponcini da trekking. Uno zaino con pranzo al sacco e acqua per la giornata. Consigliati guanti e berretto di lana.

PRENOTAZIONI

E' possibile inoltrare la prenotazione direttamente online compilando il modulo di iscrizione e inviando l'acconto richiesto a garanzia della prenotazione. Il saldo potrà essere effettuato direttamente sul posto a conclusione delle attività. Per chi non è in possesso di una carta di credito è possibile richiedere l'iscrizione via mail all'indirizzo info@wildlifeadventures.it e anticipare l'importo dell'acconto tramite bonifico bancario. 

COME ARRIVARE

Pescasseroli è il centro principale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, la più antica area protetta d’Italia, da quasi un secolo a garanzia della vita in armonia con la natura. E’ facilmente raggiungibile in auto attraverso tre punti di accesso. DA ROMA (A24 Roma-L’Aquila) In auto da Roma si percorre l’autostrada A24 fino al casello di Pescina. Si prosegue sulla SR83 o sulla SP17 sino a Pescasseroli. DA PESCARA (A25 Roma-Pescara) In auto da Roma si percorre l’autostrada A25 fino al casello di Pescina. Si prosegue sulla SR83 o sulla SP17 sino a Pescasseroli. DA NAPOLI (A1 Napoli-Roma) In auto da Napoli si percorre l’A1 fino al casello di Caianello. Si imbocca la SS85 per Venafro e si prosegue sulla SR83 sino a Pescasseroli

E’ possibile arrivare anche in autobus con collegamenti giornalieri da Castel di Sangro e da Avezzano. Consulta gli orari su www.tuabruzzo.it I collegamenti in treno sono soltanto sino alla stazione di Avezzano. Per chi proviene da Roma è anche possibile consultare gli orari della compagnia Prontobus che effettua collegamenti dagli aeroporti di Roma e Ciampino verso l’Abruzzo.

Highlights

  • La reale possibilità di incontrare il Camoscio più bello del mondo
  • Panorami e colori suggestivi sui pascoli di quota
  • Una visuale unica sulla valle di Cacciagrande, sito UNESCO e primo lembo dell'area protetta

Route

  1. Pescasseroli